Marcatura CE: Nuova direttiva BT LVD

Marcatura CE: Nuova direttiva BT LVD

Nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea 2015/C 125-01 e 02 sono stati pubblicati degli aggiornamenti delle norme armonizzate delle direttive R&TTE ed LVD.

In download troverete il PDF con i link per gli aggiornamenti che mettiamo a disposizione gratuitamente per tutti coloro che necessitano di consulenza sulla marcatura CE e consultare l'elenco delle norme. In questo articolo vorremmo parlare della direttiva bassa tensione o LVD (Low Voltage Directive) che presto sarà sostituita da una nuova direttiva BT. Ricade nell'ambito di applicazione della direttiva bassa tensione tutto il materiale elettrico destinato ad essere utilizzato entro i seguenti valori di tensione:

  • In corrente continua: 75 Volt - 1500 Volts
  • In corrente alternata: 50 Volt - 1000 Volts

I prodotti elettrici in questione devono riportare la marcatura CE e avere quindi tutti i documenti per la presunzione di conformità (i nostri tecnici sono a vostra disposizione per una consulenza completa o anche per delle informazioni).

Un materiale elettrico in bassa tensione è considerato conforme ai requisiti essenziali di salute e sicurezza (R.E.S.S.) della direttiva se lo stesso è progettato e costruito seguendo le norme armonizzate che riguardano lo specifico prodotto. Alcune norme stabiliscono inoltre quali test di sicurezza elettrica debbano essere eseguiti per poter valutare la conformità e apporre la marcatura CE. L'allegato I della direttiva BT specifica quali sono i R.E.S.S.:

Requisiti generali per la marcatura CE (allegato I requisito 1)

  • 1a) Le caratteristiche essenziali del materiale elettrico, la cui conoscenza ed osservanza sono indispensabili per un impiego conforme alla destinazione ed esente da pericolo, sono indicate sul materiale elettrico stesso oppure, qualora ciò non sia possibile, su una scheda che l'accompagna.
  • 1b) Il marchio di fabbrica o il marchio commerciale sono apposti distintamente sul materiale elettrico oppure, se ciò non è possibile, sull'imballaggio.
  • 1c) Il materiale elettrico e le sue parti costitutive sono costruiti in modo da poter essere collegati in maniera sicura ed adeguata.
  • 1d) Il materiale elettrico è progettato e fabbricato in modo da assicurare la protezione dai pericoli citati ai punti 2 e 3 dell'allegato I, sempre che esso sia adoperato in conformità della sua destinazione e osservando le norme di manutenzione (una consulenza in fase di fabbricazione può essere fondamentale)

Protezione dai pericoli che possono derivare dal materiale elettrico (allegato I requisito 2)

  • 2a) le persone e gli animali domestici siano adeguatamente protetti dal pericolo di ferite o altri danni che possono derivare da contatti diretti o indiretti;
  • 2b) non possano prodursi sovra-temperature, archi elettrici o radiazioni che possano causare un pericolo;
  • 2c) le persone, gli animali domestici e gli oggetti siano adeguatamente protetti dai pericoli di natura non elettrica che, come insegna l'esperienza, possono derivare dal materiale elettrico;
  • 2d) l'isolamento sia proporzionato alle sollecitazioni previste.

Protezione dai pericoli dovuti all'influenza di fattori esterni sul materiale elettrico (allegato I requisito III)

Sono previste misure di ordine tecnico affinché il materiale elettrico:

  • 3a) presenti le caratteristiche meccaniche richieste in modo da non causare pericolo alle persone, agli animali domestici e agli oggetti;
  • 3b) sia resistente a fenomeni di natura non meccanica nelle condizioni ambientali previste, in modo da non causare pericolo alle persone, agli animali domestici e agli oggetti;
  • 3c) nelle condizioni di sovraccarico previste, non causi pericolo alle persone, agli animali domestici e agli oggetti.


Con l'apposizione della marcatura CE il fabbricante dichiara che il prodotto soddisfa tali requisiti. La nuova direttiva BT (o nuova direttiva LVD) abrogherà l'attuale da aprile 2016. Nella nuova direttiva BT bassa tensione vengono definiti in modo specifico:

  • Le figure e le responsabilità dei vari soggetti (fabbricante, importatore, ecc...)
  • L'analisi dei rischi per la marcatura CE
  • Il fascicolo tecnico

FascicolotecnicomarcaturaCE 

Gli importatori e i fabbricanti possono rivolgersi a CENSET per ottemperare a quanto richiesto dalla attuale direttiva bassa tensione e dalla nuova direttiva BT ed avere una consulenza sulla marcatura CE completa e professionale. 

CENSET offre servizi di laboratorio e consulenza per la marcatura CE in tutta Italia.

 

Attachments:
FileDescriptionFile size
PdfMarcatura CE consulenza.pdf 94 kB

Joomla SEF URLs by Artio

Menu Corsi di Formazione